ARISANSEVERO


Vai ai contenuti

Menu principale:


2006 ICARA

Radioastronomia

**ICARA 2006**

III° Congresso Nazionale di Radio Astronomia Amatoriale

Caltanissetta, 28-29 Ottobre 2006
……….
di iK7.ELN Giovanni Lorusso

“…..le nostre trasmissioni proseguono in onde medie dalle stazioni di Caltanissetta, su KHz…..” Questo, l’annuncio che, per oltre un secolo, le presentatrici di RAI 1 e di RAI 2 emettevano alle ore 23,59 in punto, invitando gli ascoltatori a sintonizzarsi sulla stazione di Caltanissetta S.Anna. E, chi non ricorda quei lussuosi apparecchi radio degli anni trenta, rivestiti in mogano ed in noce manzonia, che, sulla scala metrica di sintonia, riportavano le stazioni radio su cui sintonizzarsi e, tra queste, anche la stazione radio RAI di Caltanissetta. Così come, i luccicanti fonobar, con le graziose porticine anteriori che si aprivano e custodivano all’interno il prezioso rosolio che la nonna aveva preparato con le sue mani; con la enorme scala di sintonia che riportava tutte le stazioni del mondo e con un poderoso occhio magico che si illuminava quando la sintonia diventava fine. I BCL la conoscono molto bene! Oggi, però, la stazione radio di Caltanissetta è chiusa, perché la sua tecnologia non è più al passo con i tempi; ed, a testimonianza di questa pagina di storia, è rimasta l’enorme antenna di oltre trenta metri, visibile da ogni parte della città. Ed è proprio a Caltanissetta che, dal 28 al 30 Ottobre 2006, nel palinsesto del 2° Festival della Scienza e della Tecnica, organizzato dall’Istituto I.T.I. S. Mottura di Caltanissetta, ha avuto luogo ICARA 2006 (Italian Congress of Amateur Radio Astronomy 2006).

Il Congresso, organizzato da I.A.R.A. Group (Italian Amateur Radio Astronomy Group – www.iaragroup.org), in collaborazione con la S.d.R. U.A.I. (Sezione di Ricerca Radio Astronomica dell’Unione Astrofili Italiani – http://radioastronomia.uai.it); con l’INAF –I.R.A. di Noto – Siracusa (Istituto Nazionale di Astro Fisica – Istituto di Radio Astronomia Noto VLBI Station - http://www.noto..ira.inaf.it); con l’Istituto I.T.I. S. Mottura di Caltanissetta – http://www.itimottura.it/; ed al quale hanno partecipato il G.R.R.A.T. di Trento (Gruppo Ricerca Radio Amatoriale Trentino – http://xomer.virgilio.it/grrat); AstroLab. di Senigallia (Laboratorio di Radio Astronomia Senigallia – http://www.radioastrolab.it/) ed il Gruppo di Ricerca S.E.T.I. ITALIA Teeam “G. Cocconi” di Varese (Search Extra Terrestrial Intelligence Italy - Teeam of Italian Institute “G. Cocconi” Varese – http://www.geocities.com/priapus.dionysos/bsih.htm), si è svolto nell’Aula Magna dell’Istituto con una sostenuta presenza di alunni e docenti, molto attenti alle conferenze che i relatori, giunti da varie parti d’Italia, hanno elaborato nel corso delle sessioni di lavoro. A cornice della manifestazione scientifica svoltasi a Caltanissetta, si sono aggiunti: l’inaugurazione della Stazione Radiotelescopica di cui l’Istituto Mottura si è dotato e la visita agli impianti della Stazione I.R.A. del Radiotelescopio di Noto (Siracusa). Ma, è giusto riportare dettagliatamente tutto l’evento, così come costantemente seguito da RAI 3 Sicilia, dalle emittenti locali e dalle testate dei quotidiani locali; non da meno dai corrispondenti di riviste scientifiche. Per cui, alle ore 16,30 di Venerdi, 27 Ottobre 2006, il Dirigente Scolastico, Prof. Salvatore Vizzini, ha rivolto il messaggio di benvenuto alle autorità presenti, dichiarando aperto il 2° Festival della Scienza e della Tecnica. E’ toccato poi, al Prof. Michele Fiorino (SWL/iT9 – 01227) presentare le molteplici attività che l’Istituto conduce con impegno e professionalità, riscuotendo lusinghieri successi; non per ultima: la realizzazione nella scuola del recente Radio Telescopio ITI-LST, utile agli alunni per seguire un percorso formativo in questa materia scientifica. Sabato, 28 Ottobre 2006, alle ore 09,00, ha avuto luogo l’apertura dei lavori ICARA 2006, preceduti da un messaggio di benvenuto del Coordinatore Nazionale dello I.A.R.A. Group, Dott. Salvatore Pluchino, Direttore dell’Osservatorio Astronomico I.Newton di Scicli (Ragusa). La Sessione I^ (Chairman Prof. Michele Fiorino) ha riguardato la divulgazione con la relazione congiunta, da parte dell’ Ing. Claudio Maccone, Membro dell’Accademia Internazionale di Astronautica di Parigi e Presidente del Comitato SETI Italia e del Dott. Salvatore Pluchino, intitolata: “Esperimenti di Radio Scienza con la sonda SMART-1” Entrambi i relatori hanno riportato le misurazioni radiometriche effettuate contemporaneamente dal Radio Telescopio “Croce del Nord” di Medicina (Bologna) e dal Radio Telescopio VLBI di 32 metri di Noto, in occasione dell’impatto sul suolo lunare della sonda SMART-1. La interessante raccolta dei dati è tuttora al vaglio degli stessi ricercatori, i quali hanno annunciato importanti scoperte nella tenue atmosfera lunare. Ha fatto seguito la relazione del Prof. Mario Sandri, Presidente del G.R.R.A.T. di Trento, riguardante il “Projet CLEA” relativo ad un software per la didattica in Radio Astronomia. A seguire, la conferenza del Dott. Salvatore Pluchino intitolata “Radio-Sole: studio della nostra stella in banda radio”; molto seguita dai Radioamatori presenti in aula. Dopo la pausa pranzo, si è aperta la II^ Sessione dei lavori – Ricerca Amatoriale (Chairman Prof. Mario Sandri), con la conferenza dell’Ing. Flavio Falcinelli, (iW6.AEN), sul tema “La Radio Astronomia Amatoriale”, una entusiasmante costruzione di un Radio Telescopio Amatoriale con materiale facilmente reperibile, anche nelle fiere dei Radioamatori. Sempre il Prof. Mario Sandri ha relazionato sulle “Analisi radio dello sciame meteorico delle Liridi nel periodo 2005/2006”; una importante raccolta di dati davvero utili anche ai Radioamatori che fanno attività Meteorscatter. Alle ore 17,20 è toccato a me (iK7.ELN) relazionare sui dati raccolti nel corso della spedizione scientifica “SAROS 139”, organizzata il 29 Marzo 2006, sul Promontorio del Gargano, in occasione dell’Eclissi di Sole. Infine, il Prof. Giovanni Aglialoro di Sagrado (Gorizia), iV3.GCP, ha illustrato ai presenti il contenuto del “Progetto Radiometeore”; un imporftante monitoraggio degli impatti in banda 6 metri, intorno a 48 MHz. Domenica, 29 Ottobre 2006, alle ore 9,00, si è aperta la Sessione III^ - Tecnica Radioastronomica (Chaiman Dott. Salvatore Pluchino) con la relazione dell’Ing. Flavio Falcinelli sul tema “Strumentazione per la Radioastronomia Amatoriale”; una dettagliata descrizione degli strumenti utili alla ricerca radioastronomica al di fuori della nostra Galassia. Hanno fatto seguito il Prof. Mario Sandri ed il suo collaboratore Gabriele Sartori (iW3.BXG) con la relazione “Il Progetto Gmeteor”, ovvero una tecnica di Meteorscatter, con l’ausilio di stazioni radio Brodcasting. La conferenza del Prof. Francesco Schillirò, Radioastronomo presso il Radiotelescopio di Noto, intitolata “Tecniche di Upgranding del Radio Telescopio di Noto”, ha richiamato l’attenzione di tutti i presenti. Molto avvincente per tutti è stata la Sessione IV – SETI (la ricerca di possibili forme di vita su altri pianeti, sicuramente coinvolge anche le persone disinteressate o meno attente!) con la conferenza del giornalista scientifico Fabio De Sicot “La Ricerca SETI”; seguita dalla relazione del Dott. Bruno Moretti (iK2.WQA), intitolata “Allen Telescope Array: un balzo gigantesco per SETI”, la costruzione di un nuovo radiotelescopio capace di scandagliare oltre i mille anni luce. A concludere la IV Sessione, ha provveduto l’Ing. Claudio Maccone con la conferenza “SETI e discipline scientifiche affini nel 2006”; ovvero un bilancio sulla intensa attività per la ricerca di probabile forma di vita extra terrestre, svolta dal SETI Teeam, ed, in modo particolare sui circa 200 Esopianeti di recente scoperta. Il Congresso si è concluso Lunedi, 30 Ottobre 2006, quando, di buon mattino, un pullman ha portato i numerosi partecipanti a Noto per la visita al Radiotelescopio; dove, i Radioastronomi Francesco Schillirò e Pietro Cassaro, hanno curato la visita guidata all’impianto, illustrando le tecniche di ricerca ed i risultati conseguiti. Ma, è già tempo di fare i bagagli per partecipare ad ICARA 2007, in calendario il 3-4-5 Novembre 2007, presso il Centro Congressi C.I.E.B. del Centro Enea di Brasimone di Camugnano, sulle verdeggianti colline Bolognesi. In questa sede, lo staff di ricercatori dello I.A.R.A. Group, ancora una volta, porterà nuovi dati, frutto di studio e sperimentazioni svolti nel corso del 2007. A conclusione, va aggiunto che la visita al Radiotelescopio “Croce del Nord” di Medicina è assicurata. Amici Radioamatori, non mancate.

Home Page | Contatti | Cronistoria | Contest Gargano | Guida al DX | Attivazioni | Video | Autocostruzione | ARI R.E. | Radioastronomia | Articoli dai Soci | Nonsoloradio | QSL Manager | Leggi e Norme | Segreteria | Informasoci | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu
iw7ebe, giuseppe grassano, san severo